Quanto investire in marketing e pubblicità online

Come calcolare il budget per attività di marketing e comunicazione

La domanda delle domande che sappiamo si pone ogni imprenditore è quanto dovrei investire in marketing per avere dei risultati?

Quale investimento in termine monetario comporta fare attività di marketing e comunicazione, e soprattutto, di Digital marketing. Un ambito che oggi rappresenta un’opportunità enorme da cogliere per aumentare il proprio fatturato.

In questo articolo parliamo di:

  1. Quanto investire in marketing e pubblicità online
  2. Come calcolare il budget per attività di marketing e comunicazione
  3. Definire il budget di marketing
  4. Quanto investire in marketing rispetto al fatturato
  5. Come calcolare la percentuale sul fatturato da dedicare al marketing
  6. Quanto investire in Digital Marketing
  7. Cosa non ti devi aspettare da una azione di marketing
  8. Quanto rende un investimento nel marketing
  9. Quanto investire in web marketing nel B2B

Con MAGNET Marketing preferiamo usare il metodo più possibile comprensibile e trasparente, così da essere chiari in sede di trattativa.

Ogni azione chiaramente avrà bisogno di un investimento, parliamo di budget e da questo si definisce una strategia in proporzione all’obiettivo e all’investimento scelto.

MAGNET Marketing


Scopri come possiamo aiutare la tua strategia di marketing

Come definire il budget di marketing

Decidere l’investimento pubblicitario: aiuta la tua attività e chi ti segue la promozione

come definire il budget di web marketing
Budget marketing: avere ben chiaro che investimento effettuare è di grande importanza per avviare una strategia di promozione

Nel definire il budget dovranno essere presi in condizione alcuni elementi:

  • gli obiettivi dell’azienda e gli obiettivi di marketing;
  • tipo di business, il settore e il mercato di riferimento;
  • cosa fa la concorrenza;
  • il fatturato dell’azienda;
  • le risorse disponibili;
  • la crescita attesa, cercando di quantificarla;
  • la tempistica per il raggiungimento degli obiettivi.

Quanto investire in marketing rispetto al fatturato

Come calcolare la percentuale sul fatturato da dedicare al marketing

Un metodo che viene utilizzato per calcolare il budget di marketing è optare per una percentuale variabile in base al fatturato o ai profitti dell’anno precedente o a  quelli previsti.

Questa percentuale è molto diversa da settore a settore e molto dipende se si opera in un mercato altamente competitivo.

La percentuale, infatti, può variare dal 5% fino al 35% (o maggiore).

Se parliamo di aziende giovani che hanno alle spalle pochi anni di attività chiaramente all’inizio si dovranno prevedere investimenti maggiori.

Se hai da poco aperto la tua attività o hai appena iniziato a investire nel marketing digitale, avrai anche l’esigenza di testare le diverse azioni per vedere quali funzionano, quali convertono di più e ti garantiscono un ritorno sull’investimento (ROI, Return On Investiment). L’esperienza in questo senso aiuta perché grazie ai dati raccolti, si comprende su cosa investire maggiormente nell’ottica di un’ottimizzazione continua del budget.

Non sempre il budget è l’elemento più rilevante per avere successo, perché molto dipende dalla strategia che si adotta!


Hai pensato a quale budget dedicare al marketing?

Quanto investire in Digital Marketing?

Budget Web Marketing: promozione online definire l’investimento

A questo punto dovresti prima porti un’altra domanda fondamentale: quali sono i tuoi obiettivi? Che risultati persegui?

In generale gli obiettivi possono essere riferibili a:

  • aumento brand awareness (la conoscenza della tua marca),
  • rebranding e riposizionamento del marchio (rivedere l’identità del tuo prodotto/servizio),
  • aumento del traffico web,
  • lead generation (generazione di contatti interessati al tuo prodotto/servizio),
  • lead nurturing (stimolare al contatto chi ci conosce, ma non è nostro cliente),
  • ottimizzazione del tasso di conversione (migliorare il ritorno dell’investimento),
  • acquisizione nuovi clienti,
  • fidelizzazione clienti esistenti,
  • cross- selling (offrire un prodotto/servizio di categoria diversa da quella dell’acquisto) e up-selling (vendere il prodotto/servizio più costoso),
  • aumento delle vendite,
  • aumento del fatturato

Gli obiettivi, come ben saprai, devono sempre essere SMART; che vuol dire :

  • Specific = Specifici ;
  • Measurable = Misurabili, basati su dati oggettivi;
  • Achievable = Raggiungibili;
  • Realistic = Realistici per il tuo business;
  • Time-Based = Limitati temporalmente (entro quando si vuole raggiungere l’obiettivo).

Quando conosciamo i nostri obiettivi, possiamo identificare i clienti chiave per raggiungerli e di conseguenza anche i canali più idonei.

Quando i nostri obiettivi sono chiari è possibile impostare un budget guidato da essi. Ci aiuta anche conoscere il costo medio per obiettivo. Ad esempio il costo medio per lead, (contatto non ancora diventato nuovo cliente) il costo medio per lead per ogni canale diverso e la percentuale media di conversione (lead che diventano clienti effettivi).

Esempio di canali per acquisire nuovi clienti:


Cerchi aiuto per definire il budget per la strategia di promozione?

Quanto rende un investimento nel marketing

Cosa non ti devi aspettare da una azione di marketing.

quanto rende l'investimento in marketing
Rendita investimento in marketing digitale

Un aspetto da tenere presente per fare un calcolo di questo tipo è Il tempo.

L’elemento più importante per ottenere risultati, infatti, è il tempo!  

Un investimento di marketing può essere redditizio non solo nel breve tempo ma soprattutto nel medio lungo periodo.

Questo perché dovremo prendere in considerazione:

  • il tempo medio di conversione di un lead in cliente;
  • il Life Time Value del cliente, per spiegarlo nel modo più semplice possibile, se acquisisco un cliente oggi più di guardare alla prima vendita dovrò prendere in considerazione il profitto legato a tutti gli acquisti che farà in futuro.

Il life time value è una metrica importante per capire il vero ritorno sull’investimento!

Che cosa succede se investo poco?

Altro grande quesito: a volte l’importante è come hai investito!

Abbiamo introdotto le percentuali e non abbiamo parlato di valori assoluti, proprio perché anche con budget ridotti si può intraprendere la strada giusta per raggiungere gli obiettivi sia nel mercato B2C sia nel B2B.

Anzi possiamo dire che investire poco, ma continuativamente nel tempo è sicuramente meglio che impiegare una grossa somma one shot (una volta sola) senza perseguire una visione a medio-lungo termine.

Se hai investito poco, ma bene avrai comunque dei risultati. Per esempio se hai focalizzato l’investimento sui canali a impatto maggiore per il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Magari servirà più tempo per arrivare ai risultati, questo dipende molto dal tipo di attività.

Sicuramente chi ha più budget ha maggiori possibilità per emergere e di ottenere risultati ed è in grado di presidiare tutti i canali che usano i suoi potenziali clienti.


Cerchi aiuto per definire il budget per la strategia di promozione?

Come possiamo ottimizzare il tuo budget di web marketing

Uno dei processi vitali per ottimizzare il budget di digital marketing è analizzare e guardare il passato: cosa ha funzionato prima? Cosa invece non ha funzionato? E perché?

Due fattori chiave ci guidano in ogni attività improntata: la tracciabilità e il monitoraggio. Solo così si può tenere traccia dei risultati e ottimizzare il budget.

Le attività sono misurabili in tutti i passaggi.

Ad esempio possiamo identificare la provenienza dei lead, quali canali funzionano meglio, quale asset di web marketing hanno generato clienti e ricavi. Sono dati importanti per guidare la strategia di definizione del budget.

Grazie agli strumenti di analitica si è sempre in grado di monitorare l’efficacia e l’efficienza degli investimenti in digital marketing. Dopo qualche tempo si vede quali sono gli investimenti migliori, quali canali e quali tecniche sono più efficaci.

Possiamo anche vedere i canali con tassi di conversione maggiori e con minori costi medi per lead, quanti prospect sono diventati clienti. In questo modo si possono fare eventuali aggiustamenti dopo il lancio della campagna per massimizzare il ritorno sull’investimento.

Quanto investire in marketing se fai parte del mercato B2B

Il B2B è un mercato differente, ma non cambia il fatto che dovrai destinare una parte del tuo budget a sfruttare le opportunità del  marketing e delle strategie della promozione digitale.

Ad esempio il B2B attraverso gli eventi può generare lead importanti ma allo stesso tempo fiere e seminari richiedono una grossa fetta del budget di marketing, sono strumenti ad alto investimento.

Le prospettive di crescita a costi ridotti nel B2B sono soprattutto in area digital. Infatti, grazie agli asset digitali le campagne saranno estremamente targetizzate con investimenti più contenuti rispetto alle attività di marketing e comunicazione tradizionali.

Lascia un commento

RICHIEDI UNA PRIMA CONSULENZA GRATUITA

SCOPRI LE POTENZIALITÀ DEL WEB MARKETING PER LA TUA AZIENDA

Prendiamoci un caffè e raccontaci il tuo business.
Analizzeremo insieme la situazione per proporti le migliori strategie online e offline di marketing e comunicazione.